fbpx
  • Menu
  • Menu

Le 5 più belle spiagge per nudisti a Maiorca

Redazione

L’isola di Maiorca non è soltanto una delle destinazioni europee più gettonate per le vacanze estive, da parte di turisti giovani e meno giovani di tutto il mondo. Ma é anche una delle mete privilegiate per i naturisti che desiderano trascorrere la vacanza al mare in spiagge per nudisti. Sperimentare la sensazione di libertà e di armonia con il proprio corpo che la pratica del nudismo consente, fa parte del concetto di vivere in completa sintonia il rapporto con se stessi e con la natura e di sentirsi parte integrante di essa in totale serenità e appagamento.

A Maiorca questo è possibile grazie alla presenza di meravigliose e incontaminate spiagge e calette, in cui i naturisti possono fruire di veri angoli di paradiso per vivere la propria vacanza in completa libertà e benessere. Per questo motivo l’isola si conferma uno dei luoghi preferiti da tutti coloro che praticano il nudismo.

Maiorca vanta ben 500 chilometri di costa e circa 300 tra spiagge e insenature che si affacciano su un mare dalle molteplici sfumature ed il naturismo è accettato un pò ovunque.

Ma vediamo insieme quali sono le spiagge più belle in cui i nudisti amano trascorrere le loro vacanze, godere di panorami mozzafiato e mare cristallino in completa libertà e totale relax. Naturalmente, in alcuni casi, sarà necessario discostarsi dalle località più comode e tradizionali. Ti assicuriamo però che l’eventuale fatica della camminata sarà ripagata dalla bellezza della natura nella quale ti sentirai immerso.

Playa es Trenc

Sicuramente la più conosciuta spiaggia per nudisti di Maiorca è la spiaggia di Playa es Trenc, famosa per il fascino straordinario dei suoi colori caraibici. Denominata infatti anche “Caraibi maiorchini” vanta una sabbia candida e finissima ed è incorniciata da dune ricche di vegetazione mediterranea. La cosa che più colpisce è il colore del mare che, nei vari momenti della giornata, assume tutte le sfumature del blu, dal color smeraldo al blu intenso.

Si tratta di un luogo incantevole, anche un po’ selvaggio, in cui il turismo non ha intaccato l’incredibile bellezza della natura. Questa spiaggia si trova a circa un’ora di macchina da Palma di Maiorca procedendo verso sud, tra Ses Covetes e Colonia Saint Jordi.

Giunti a Playa Es Trenc devi camminare per circa 200-300 metri costeggiando la riva, così da arrivare in una parte meno accessibile e più nascosta da rocce e dune. Qui, potrai finalmente rilassarti e godere, con altri naturisti, del contatto armonioso e intimo con la suggestioni naturali che ti circondano.

Potrai stenderti senza veli sulla battigia e lasciarti accarezzare dalla brezza fresca caratteristica di questa parte dell’isola. Il mare, dolcemente degradante è privo di fastidiose correnti e nel pomeriggio l’acqua tende a scaldarsi ulteriormente. Nuotare completamente nudi in questo mare da sogno può rivelarsi davvero un’esperienza molto intensa. Particolare non trascurabile, la spiaggia è orientata ad ovest per cui si può godere la luce del sole e fare il bagno fin quasi alle nove di sera.

Playa el Mago

Playa el Mago è considerata il paradiso dei nudisti. Se oltre al naturismo ami le spiagge un po’ nascoste e poco affollate, non puoi fare a meno di recarti a Playa del Mago. Questa spiaggia, che si trova a otto chilometri da Magaluf, è stata dichiarata naturista dal comune di Calvià ed è completamente riservata ai nudisti, sebbene sia accessibile a tutti.

Più stretta di Playa es Trenc non è attrezzata ed è poco frequentata. Per arrivarci, vista la sua poca visibilità, è necessario seguire le indicazioni. Si entra percorrendo un sentiero che attraversa una profumatissima pineta ed una volta sul posto ti sentirai appagato dalla tranquillità e dalla bellezza di questa caletta. La sensazione che si prova, ammirando il mare cristallino e la spiaggia dorata di sabbia fine, protetta da piccole rocce, è quella di un abbraccio della terra verso il mare. Una vera estasi lasciarsi andare e sentire la propria pelle in perfetta armonia con la natura incontaminata di questo luogo.

Il mare è degradante e limpido e nuotando ci si può imbattere in branchi di coloratissimi pesci. Dopo le 17,30 la spiaggia rimane in ombra ma se si vuole continuare a sentire i caldi raggi del sole sulla pelle è sufficiente spostarsi sulle rocce che sono assolate fino al tramonto. Questa spiaggia permette l’attracco di piccole imbarcazioni ed è quindi raggiungibile anche via mare.

Una curiosità: il nome di Playa el Mago le fu dato nel 1967 dopo che fu usata come set di un film con Anthony Queen e Michail Caine.
Anche le due spiagge limitrofe s’Olla e Bella Dona sono state dichiarate spiagge nudiste.

Cala Varques Petita

Nella costa est di Maiorca, a trenta metri da Porto Cristo, tra Cales de Mallorca e Cala Romantica si trova questa piccola caletta. Una baia con un accesso nascosto, molto apprezzata dai nudisti.

Si tratta di un luogo tranquillo ove trascorrere ore in totale benessere a contatto con la natura un po’ selvaggia di questa spiaggetta che, inclusa tra rocce rosate, sprigiona un’atmosfera molto suggestiva.

La sua peculiare forma frastagliata si allunga verso un mare cristallino e profondo dove nuotano pesci di varie forme e colori. Il mare è spesso agitato da correnti sotterranee a cui è bene prestare attenzione.

Inoltre, poiché i fondali sono piuttosto sassosi è opportuno munirsi di scarpette da scoglio, utili sia durante il bagno che per camminare sulle rocce.

Arenal de sa Canova ( o Sa Canova)

Si tratta di una spiaggia ampia, raggiungibile con qualche difficoltà ma molto amata dai nudisti proprio perché tranquilla e riservata. Dista 13 chilometri da Can Picafort e non risulta propriamente facile da raggiungere, bisogna infatti essere molto attenti alle segnalazioni. Inoltre, il parcheggio in cui si può lasciare la macchina dista circa 5 chilometri dalla spiaggia.

La distanza da percorrere a piedi e la sua ampiezza la rendono poco frequentata dal turismo di massa per cui è possibile godere di momenti di completa solitudine nei quali l’unico suono è lo sciabordio delle onde. Ed il silenzio è interrotto dal canto degli uccelli che popolano la zona. Anche per questo è molto apprezzata da chi pratica nudismo.

Di un’inconsueta bellezza selvaggia la sua lunga spiaggia dorata si snoda per qualche chilometro. Sulle dune che lambiscono la spiaggia fioriscono gigli marini, odorosi rosmarini e cardi selvatici.

La sua natura vergine l’ha resa habitat di molte specie di mammiferi e di uccelli di cui è possibile scorgere la presenza nei momenti di particolare silenzio. Ma la sua peculiarità sono i fondali; ricchi di flora e fauna marina. Questa caratteristica la rende particolarmente ricercata anche da coloro che effettuano le immersioni.

Questa spiaggia può offrire momenti di rara bellezza camminando nudi per lunghi tratti in riva al mare. Ed il mare cristallino è perfetto per chi desidera lasciarsi accarezzare dalle onde e sentirsi parte armonica della splendida natura in cui si è immersi.

Nei pressi della spiaggia si trova un’area archeologica piuttosto importante per la quantità dei reperti rinvenuti. Motivo in più per trascorrere almeno una giornata in questo luogo incantevole dalle mille opportunità.

Isolotto di Sa Dragonera

Anche l’isolotto di sa Dragonera, o isola del Drago, che deve il suo nome alla caratteristica forma dell’isola, è una meta perfetta se vuoi praticare il nudismo. Una zona ancora incontaminata e selvaggia in cui la natura ti accoglierà in tutto il suo splendore.

L’isolotto è raggiungibile in barca dal porto di Sant’Elm o da quello di Andratx e occorrono circa 20 minuti per raggiungere l’isola.

Questa lingua di terra, lunga circa 4 chilometri, è un lussureggiante parco naturale, rifugio di numerose specie di uccelli marini rari, come colonie di falchi della regina, puffini, cormorani e gabbiani, che qui hanno trovato l’ambiente ideale per riprodursi.

La particolarità di questo isolotto risiede nel naturale contrasto che differenzia le due coste opposte dell’isola. La costa occidentale è caratterizzata da un paesaggio aspro e selvaggio con suggestive, alte scogliere che si tuffano a picco nel mare cristallino, mentre la costa ad est è tutta un susseguirsi di piccole spiagge, insenature e calette in cui la straordinaria bellezza della natura mostra un paesaggio più dolce e accogliente.

Qui, il turista che vuole praticare il nudismo può immergersi pienamente nell’atmosfera magica e solitaria di questo piccolo isolotto maiorchino.

Le 5 più belle spiagge per nudisti a Maiorca
4 (80%) 3 votes

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code